Borgate dal vivo: il festival più atteso dell’estate

Sta per tornare il festival più atteso di tutta l’estate valsusina ma anche piemontese, stiamo parlando della nona edizione del Festival Borgate dal Vivo, dove la parola d’ordine è “unicità”. Uno, nessuno, multiverso lo slogan di questo 2024

Indice

Borgate dal Vivo: il festival più atteso dell'estate valsusina

Dal 28 giugno al 1° settembre: Il ritorno del Festival Borgate dal Vivo

Dal 28 giugno al 1° settembre,

Sta per tornare il festival più atteso di tutta l’estate valsusina ma anche piemontese, stiamo parlando della nona edizione del Festival Borgate dal Vivo, dove la parola d’ordine è “unicità“. “Uno, nessuno, multiverso” lo slogan di questo 2024: un gioco di parole che riflette la vastità e la varietà di esperienze che questo straordinario evento offre al suo pubblico.

Immaginatevi di teletrasportarvi in un universo dove la letteratura si intreccia con l’immaginazione del futuro, dove l’essenza umana si manifesta attraverso le arti in tutte le loro forme. Borgate dal Vivo sta per tornare con il suo attesissimo festival estivo che riempirà luoghi e scenari trasformando le montagne e i borghi della Val di Susa in palcoscenici di spettacolo e meraviglia.

Immagina l’antica arena romana di Susa, che si risveglia dalla sua millenaria quiete per trasformarsi in un magnifico anfiteatro sotto un cielo stellato. È qui che prende vita la 9° edizione di Borgate dal Vivo, con oltre 40 eventi in programma. Ad aprire le danze il 28 giugno 2024 sarà Jack Savoretti, il talentuoso cantante britannico dalle radici italiane, che salirà sul palco dell’arena per regalare al pubblico un’indimenticabile serata di musica e emozioni. “È tra le voci più sexy dell’emisfero occidentale” scrive Vanity Fair.

E noi già ci vediamo lì a goderci lo spettacolo sedute sulle gradinate dell’antico anfiteatro romano in una serata dove storia e musica prendono vita insieme.

le location

Le location scelte per ospitare gli spettacoli di Borgate dal Vivo sono semplicemente incredibili, avrai modo di scoprire scenari naturali e storico culturali della valle ognuna con le proprie bellezze  e caratteristiche: dalle celebri cornici montane di Chesal a Bardonecchia, raggiungibili solo a piedi o in seggiovia, al maestoso Forte di Exilles, testimone secolare di epiche vicende storiche trascorse tra le mani dei Savoia e dei Delfini.

Ma non finisce qui: dai suggestivi paesaggi di Avigliana, con i suoi splendidi laghi e il borgo medievale che racconta storie antiche di mercanti e cavalieri, a Sant’Ambrogio, ai piedi dell’imponente Sacra di San Michele, crocevia di antichi sentieri e pellegrinaggi.

E ancora, Almese con la sua antica torre che si erge come una sentinella silenziosa di epoche passate e Mocchie, con le sue mulattiere centenarie che narrano di una vita ormai perduta, quando il tempo scorreva lento tra le alture e le borgate della valle.

Ogni spettacolo di Borgate dal Vivo è un’opportunità unica per scoprire una nuova località, offrendo una prospettiva diversa che va ben oltre lo spettacolo stesso. Ecco dove risiede la magia di Borgate dal Vivo: nella sua straordinaria capacità di far brillare il territorio sotto una luce completamente nuova.

Ma da dove nasce il Festival Borgate dal Vivo?

La storia di Borgate dal Vivo è un intreccio profondo con il territorio, e noi di Visit Val di Susa siamo fiere di collaborare con realtà come questa, che abbracciano e promuovono la bellezza e la ricchezza di questo territorio in ogni suo aspetto.

Nel 2016, questo straordinario progetto prende vita grazie all’ardente passione dell’associazione Revejo di Bussoleno, guidata da Alberto Milesi, direttore artistico, insieme al suo fedele staff di collaboratori. Con una visione ambiziosa, l’obiettivo era chiaro: trasformare i piccoli borghi e le località remote in epicentri di eventi straordinari, donando nuova vitalità a territori spesso emarginati.

Da allora, Borgate dal Vivo si è affermato come un pilastro della cultura locale, degli eventi estivi e non connettendo le radici storiche e culturali della Valle di Susa con un pubblico sempre più vasto e diversificato.

E quest’anno, l’esperienza si arricchisce ulteriormente con nuovi format che tra poco vi sveleremo, offrendo un’esperienza completa che abbraccia concerti, spettacoli teatrali ed eventi dedicati ai più piccoli.

Ma cosa rende veramente unico Borgate dal Vivo? È l’incrocio di diverse anime e l’attenzione per ogni dettaglio. Dalla selezione degli artisti alla scelta dei luoghi, ogni elemento è studiato con cura per offrire al pubblico un’esperienza indimenticabile. E poi c’è la sua capacità di evolversi nel tempo, senza mai perdere di vista le proprie radici. Ogni edizione è un viaggio verso l’ignoto, un’avventura che non smette mai di sorprendere.

In questa nona edizione, Borgate dal Vivo si prepara a stupire ancora una volta con un programma ricco di spettacoli e eventi in grado di soddisfare ogni gusto e interesse. Dalla musica al teatro, dalla performance all’arte circense, c’è davvero qualcosa per tutti. E mentre il festival si prepara a svelare i suoi segreti, il pubblico non può fare altro che attendere con trepidazione l’inizio di questa straordinaria avventura.

Uno, nessuno, multiverso: tre parole che racchiudono l’essenza di Borgate dal Vivo. Un’esperienza unica, un viaggio attraverso mondi e dimensioni parallele, dove la cultura e l’arte si fondono per creare qualcosa di veramente magico.

 

Musica, parole, fantasia: gli ospiti della nona edizione

Musica, parole, fantasia: gli ospiti della nona edizione

La musica è la protagonista indiscussa di questo capitolo, con nomi che spaziano dai cantautori italiani alle star internazionali come Daniele Silvestri che si esibirà a Chesal Bardonecchia il 24 luglio.

Ma l’emozione non finisce qui: Margherita Vicario, artista poliedrica capace di passare con disinvoltura dal canto alla recitazione, si esibisce il 29 giugno sempre all’Arena romana accompagnata dall’orchestra La Corelli in un concerto che promette di essere un viaggio emozionale attraverso le sonorità antiche e moderne.

E che dire del pianista Remo Anzovino il 30 giugno, che con il suo concerto a lume di candela trasporterà il pubblico in un’atmosfera romantica e inebriante di pura magia?

Borgate dal Vivo non è solo musica, ma un ricco palcoscenico di teatro, narrativa e poesia.

Tra gli eventi teatrali più attesi, “La donna della bomba atomica“, con Gabriella Greison, al Forte di Vinadio (Cuneo), un’opera che cattura lo spirito e l’essenza di un’epoca tumultuosa attraverso una performance coinvolgente. Ancora, a Saluzzo (Cuneo), Ex Caserma Musso, “Il romanzo della Bibbia“, con Aldo Cazzullo, Moni Ovadia e Giovanna Famulari, un connubio di teatro e musica che porta alla luce i misteri e le meraviglie delle scritture sacre.

Ma le sorprese non finiscono qui. Al Forte di Exilles, gli spettacoli musicali prendono vita con Paolo Jannacci Duet e Mauro Pagani, mentre “Le intermittenze della morte“, con Francesco Pannofino e Simone Campa, offre uno sguardo intimo e toccante sulla vita e sulla morte.

E non dimentichiamoci delle performance uniche come “Grammamanti“, con Vera Gheno, a Saluzzo (Cuneo), Ex Caserma Musso, e “Picasso. L’inventore del Novecento“, con Fabrizio Bordignon, al Forte di Exilles, che mescolano teatro e musica per creare esperienze uniche e indimenticabili.

Questo è solo un assaggio delle meraviglie che vi attendono a Borgate dal Vivo.

Ciò che più amiamo è che ogni location si presenta come un’opera d’arte a cielo aperto, pronta ad accogliere gli spettatori in un’atmosfera di spettacolo e meraviglia, che sia una serata sotto le stelle o nel primo pomeriggio in attesa di tramonti infuocati si rivela sempre un momento indimenticabile.

Quest’anno, una delle novità del programma sono le camminate lungo la Via Francigena. Cinque percorsi, cinque tratti di questa antica via di pellegrinaggio, raccontati e guidati da guide escursionistiche e narratori che terminano proprio in una delle location che ospiterà un evento in serata. Un’occasione senza pari per immergersi nella storia e nella bellezza di un tratto della celebre Via Francigena, arricchito da aneddoti, curiosità locali, e arte. Questi cammini culminano nelle location che ospitano gli spettacoli serali del festival, creando così un’esperienza che fonde l’emozione del cammino con la magia dello spettacolo e dell’arte, regalando una giornata densa di arte e scoperte.

Tra le escursioni proposte durante il festival Borgate in Cammino, c’è “I Diari del Guardiaparco”, un itinerario che porta i partecipanti da Chiomonte a Susa. Con la compagnia teatrale Faber Teater. Questo percorso è stato appositamente pensato per l’apertura del festival a Susa il 28 giugno 2024.

Esplorando i percorsi di Borgate dal Vivo

Un altro percorso intrigante è “Margherita“, che si snoda da Salbertrand a Exilles. In questa camminata saremo accompagnati dal narratore Daniele Ronco.

Infine, una passeggiata intitolata “Il Santo Michele“, che parte da San Giorio di Susa e arriva fino a Villarfocchiardo, promette di svelare antiche tradizioni e luoghi sacri del territorio. Guidati dallo scrittore Alessandro Barbaglia, i partecipanti saranno immersi in un viaggio ricco di mistero e spiritualità.

Con la nona edizione alle porte, noi stiamo letteralmente contando i giorni per l’inizio di Borgate dal Vivo! Questo festival, un autentico gioiello dell’estate valsusina, si conferma ancora una volta come un evento imperdibile, capace di suscitare emozioni intense e coinvolgere un pubblico sempre più vasto e appassionato, proveniente da ogni angolo d’Italia. Con oltre 40 eventi in programma, siamo pronti a vivere un’esperienza indimenticabile!

Vi accompagneremo a scoprire le meraviglie nascoste della Valle di Susa e vivrete emozioni indimenticabili con gli eventi di Borgate dal Vivo. Difficile descrivere tutto in un articolo e ancor di più trasmettervi l’atmosfera magica di partecipare a questi eventi.

Per non perderti le novità e gli eventi del festival iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato e unisciti a noi e preparati per un’estate indimenticabile!

Ci vediamo al festival ;D

Sei affascinato dalla Val di Susa e vuoi rimanere aggiornato sulle ultime notizie, eventi e attività, o sei un’impresa locale che cerca supporto per migliorare la tua presenza online? Abbiamo due newsletter pensate apposta per te!

💌  Iscriviti alla newsletter “Quanto t’ho amato” per scoprire nuovi percorsi di trekking, eventi culturali, ricette tradizionali e molto altro.
👉  Se invece sei un’attività locale, scopri i servizi per le aziende: consigli, offerte e supporto per far crescere la tua attività e raggiungere sempre più persone.

Condividi l'articolo

Facebook
Email
WhatsApp
Val di Susa
Paesini della Val di Susa
visitvaldisusa

Cosa vedere ad Avigliana: centro storico e laghi

Avigliana è un borgo medievale della bassa Val di Susa, pensa che il suo castello è uno dei più antichi del Piemonte, ridotto ormai a rudere sovrasta dall’alto la cittadina e i suoi due laghi. Ti raccontiamo cosa c’è di bello da scoprire qui tra questi vicoletti ricchi di fascino antico in una giornata di meraviglia e gusto su e giù per questo bellissimo paesello intarsiato da chiese, pozzi, torri e capitelli scolpiti.

LEGGI L'ARTICOLO
sacra-di-san-michele
Sacra di San Michele
visitvaldisusa

Sacra di San Michele 3 modi per arrivarci

Che tu sia qui per un’uscita in giornata o per una breve vacanza, perché non pensare di raggiungere la Sacra di San Michele a piedi, in bici oppure perchè no arrampicandoti? Parliamo di tutti i modi con cui puoi raggiungere l’abbazia in alternativa alla macchina, scoprili insieme a noi e scegli quello che più fa per te.

LEGGI L'ARTICOLO
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy