La Sacra di San Michele: tutto quello che c’è da sapere per organizzare la tua visita

Gli orari di apertura della Sacra di San Michele, i costi, come arrivare cosa vedere e tante curiosità come i nostri punti panoramici preferiti e gli agriturismi / ristoranti dove ti consigliamo di fermarti a mangiare nei dintorni.

Indice

L’abbazia della Sacra di San Michele si trova in bassa Val di Susa, nel comune di Sant’Ambrogio di Torino, a soli 40 km da Torino. La sua sagoma attira subito lo sguardo (non a caso l’abbiamo scelta come rappresentazione per il logo del nostro sito), svetta maestosa sulla cima del Monte Pirchiriano a 962 metri di altitudine ed è attorniata da antichi boschi e alte montagne.

La vera magia di questo luogo si inizia a percepire quando ci avviciniamo alle sue mura ma si diffonde in ogni cosa, la si avverte lungo i sentieri che attraversano i boschi circostanti, terre di passaggio di pellegrini da millenni, negli interni ricchi di arte e leggende, fino ai panorami sconfinati che ogni volta ci incantano quando guardiamo giù dalle pareti a strapiombo del Monte Pirchiriano.

Siamo sicure che non potrai fare a meno di innamorarti di questo posto che con il suo fascino ha ispirato anche Umberto Eco nel suo bestseller “Il nome della rosa” ambientato in una tetra e imponente abbazia descritta dal monaco banedettino Adso de Melk con queste parole:

“Come ci inerpicavamo per il sentiero scosceso che si snodava intorno al monte, vidi l’abbazia. Non mi stupirono di essa le mura che la cingevano da ogni lato, simili ad altre che vidi in tutto il mondo cristiano, ma la mole di quello che poi appresi essere l’Edificio.[…] ma per la posizione inaccessibile era di quelli più tremendo, e capace di generare timore nel viaggiatore che vi si avvicinasse a poco a poco. E fortuna che, essendo una limpidissima mattinata invernale, la costruzione non mi apparve quale la si vede nei giorni di tempesta.”

Umberto Eco, “Il nome della rosa”

Leggendo le parole di Adso ci immaginiamo la Sacra di San Michele, come l’abbiamo vista tante volte in uno di quei giorni dove il sole è pallido e le nuvole restano basse, cingono la Sacra e corrono fra gli alberi, lasciandosi dietro una fine nebbiolina che ricopre ogni cosa.

Come arrivare alla Sacra di San Michele

In auto o bus

Da Torino ci si dirige ad Avigliana, la si raggiunge facilmente tramite strada statale o con l’Autostrada A32 Torino-Bardonecchia, in direzione Frejus.
Le indicazioni da seguire riportano Giaveno e Sacra di San Michele, fino ad un bivio dove lasciamo la strada principale che sale a Giaveno e svoltiamo a destra in direzione Sacra di San Michele. Si arriva poi al parcheggio del Piazzale Croce Nera che si trova a circa 10 minuti a piedi dalla Sacra di San Michele.

Dove Parcheggiare

Circa 300 metri prima di giungere al Piazzale Croce Nera, lungo la strada, si iniziano a vedere i primi posti dove poter lasciare l’auto. Il parcheggio è a pagamento 3 euro per due ore ed 1,50 euro per ogni ora di sosta successiva alla seconda.
Consigliamo di non lasciare l’auto fuori dai parcheggi previsti in quanto vengono fatti controlli sui parcheggi non regolari.

In treno

Con la linea ferroviaria è possibile raggiungere la stazione del Comune di Avigliana dove è presente un servizio navetta.

Servizio navetta dalla stazione

Periodo: dal 2 aprile al 31 ottobre 2022 Disponibile il sabato, domenica e nei giorni festivi (30 minuti di percorrenza)

  • Partenza da Avigliana – FF.SS ore: 9.00, 10.00, 14.00, 16.00, 18.00.

Fermate: Avigliana p.zza del Popolo, Avigliana Loc. Paschè, Avigliana Santuario dei Laghi, Avigliana Ufficio Turistico, Avigliana Villaggio Primavera, Avigliana Certosa 1515, Sacra di San Michele.

  • Ritorno dalla Sacra di San Michele ore: 9.30, 10.30, 14.30, 16.30, 18.30 (tempo di percorrenza 30 minuti).

    Fermate: Colle Braida, Valgioie, Giaveno Piazzale Rosaz, Avigliana Ufficio Turistico, Avigliana Santuario dei Laghi, Avigliana Loc. Paschè, Avigliana p.zza del Popolo, Avigliana FS.

Costo del biglietto:
intero: 2,20€ corsa singola (acquistabile sulla navetta  o presso il bar di fronte alla stazione).

Per maggiori informazioni e aggiornamenti potete consultare il sito ufficiale della Sacra di San Michele o il sito ufficiale del Comune di Avigliana o contattare l’Ufficio Iat di Avigliana allo 011.9311873 oppure tramite mail: ufficioiat@turismoavigliana.it

A piedi

Sono 4 i principali percorsi di trekking per raggiungere la Sacra di San Michele. Per approfondire l’argomento leggi il nostro articolo sui  sentieri che portano alla Sacra di san Michele ti consigliamo

  • Sentiero 502 da Sant’Ambrogio – La Via Crucis
  • Sentiero 503 da Chiusa San Michele – Antica mulattiera
  • Sentiero 562 da Vaie Il più lungo
  • Sentiero dei Principi dalla Mortera – Il più panoramico

Se ti piace camminare è il modo perfetto per visitare la Sacra di San Michele e i suoi dintorni.

In altri modi

Oltre che a piedi e in macchina ci sono altri modi con cui puoi arrivare fin su. Dai un’occhiata anche a questo articolo dove ti raccontiamo come arrivare all’abbazia in bici e persino arrampicandoti sulle rocce del Monte Pirchiriano lungo la Ferrata “Carlo Giorda” che da Sant’Ambrogio ti porterà fino ai portoni dell’abbazia. (Non sei un arrampicatore seriale? Niente paura se l’esercizio fisico non ti spaventa allora fa anche per te!).

Cosa vedera alla Sacra di San Michele

  • PORTALE CARLO FELICE: in occasione della consegna della Sacra ai Monaci Certosini di Collegno venne donato il portale di accesso alla Chiesa. Il portale raffigura le armi di San Michele nella parte bassa ed il diavolo incatenato e tenuto ferma da una spada nella parte superiore.

  • LA STATUA DI SAN MICHELE ARCANGELO: scolpita da Paul dë Doss-Moroder, rappresenta un’interpretazione dell’Arcangelo Michele ed è alta 5.20 metri

  • LO SCALONE DEI MORTI: una ripida scalinata di 243 gradini scavata nella roccia subito dopo l’ingresso all’abbazia. Il nome deriva dalla nicchia centrale che fino agli anni 30 custodiva gli scheletri di alcuni monaci

  • IL PORTALE DELLO ZODIACO: simboleggia l’accesso al mondo celeste e deve il nome agli stipiti decorati con segni zodiacali sulla destra e costellazioni sulla sinistra. Oltre alla importanza artistica e culturale, ha una sua unicità: è il più antico ciclo romanico sullo Zodiaco e su altre costellazioni. Ci sono alcune particolarità rispetto ai segni zodiacali che conosciamo oggi, cercatele nella rappresentazione del segno del cancro, della bilancia e del capricorno.

  • LA TORRE DELLA BELL’ALDA: questa torre, di circa 20 metri, è famosa per la leggenda che narra della disavventura della giovane Alda. Non esiste valsusino che non conosca questa storia. Scopri qua le leggende sulla Sacra di San Michele.

  • LE ANTICHE STANZE SAVOIA: sono una riproduzione delle antiche sale di soggiorno ricevimento e rappresentanza di Casa Savoia con decori e arredi d’epoca ottocentesca.

  • LA BIBLIOTECA: l’attuale biblioteca risale al 1836, coincide con l’arrivo sul Monte Pirchiriano dei Padri Rosminiani e contiene circa 10.000 volumi. Inizialmente conteneva circa 300 tomi dei secoli XVII e XVIII e, con il tempo, vi si è accumulato un di testi non indifferente.
 
 
 

Orari e periodi di apertura

DA MARZO A GIUGNOLUGLIO E AGOSTOSETTEMBRE E OTTOBREDA NOVEMBRE A FEBBRAIO
Da lunedì a domenica 9:30 -17:30 (continuato)Da lunedì a domenica 9:30 -18:30 (continuato) Da lunedì a domenica 9:30 -17:30 (continuato)Da lunedì a domenica 9:30 -16:30 (continuato)
Domenica 11:15 - 13:00 ingresso solo MessaDomenica 11:15 - 13:00 ingresso solo MessaDomenica 11:15 - 13:00 ingresso solo MessaDomenica 11:15 - 13:00 ingresso solo Messa
Giorni festivi: (Pasquetta, 25 aprile, 1° maggio, 2 giugno): orario continuato 9.30 – 18.30.Giorni festivi: 15 agosto: orario continuato 9.30 – 18.30 (dalle 11.30 alle 13 ingresso solo per Messa)..Giorni festivi: 1° novembre, 8 dicembre, 1° gennaio, 6 gennaio: orario continuato 9.30-16.30 (dalle 11.30 alle 13 ingresso solo per Santa Messa)
...

Tariffe

BIGLIETTI INDIVIDUALI

Visita libera – Percorso classico (circa 45 min)

Il biglietto comprende la visita al percorso classico della Sacra ed include lo Scalone dei Morti, il Portale dello Zodiaco, la Chiesa, la terrazza panoramica e le Rovine del Monastero Nuovo. La visita si effettua in autonomia con l’ausilio dei QR code presenti lungo il percorso.

Visita guidata – Percorso classico (circa 1 ora)

Accompagnati da una guida, ci si potrà immedesimare in quei pellegrini che per secoli venivano a visitare e scoprire l’abbazia. La visita guidata è in italiano e viene effettuata il sabato e la domenica alle ore 15.00 e 16.30. Il percorso coincide con quello della visita libera.

INTERORIDOTTO *BAMBINI< 6 ANNIDURATA
INGRESSO ABBAZIA8€6€gratis45 min
VISITA GUIDATA10€8€gratis1 ora
    *Ingresso Ridotto per:
  • Ragazzi dai 6 ai 18 anni
  • Adulti oltre i 65 anni
  • Disabili e accompagnatori dietro presentazione della tessera di riconoscimento
  • Forze dell’Ordine in servizio (Esercito, Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco), dietro presentazione della tessera di riconoscimento.

I punti panoramici da cui scattare le tue foto più belle della Sacra di San Michele

Da valsusine cresciute in un appartamento con vista sulla Sacra siamo da sempre affascinate da questo panorama, negli anni l’abbiamo fotografata in ogni condizione, avvolta dalle nubi, circondata da cime innevate, avvolta dai caldi colori del bosco autunnale.

Vogliamo consigliarti i migliori punti panoramici che abbiamo scovato nel tempo e da cui scattare bellissime fotografie.

  • Dal Sentiero dei Principi, la vista più bella la trovi sicuramente su questo sentiero. Puoi percorrerlo a piedi dalla frazione Mortera o da Bertassi, trovi qui l’itinerario del Sentiero dei Principi.

    In alternativa se sei arrivato in auto, puoi percorrere il sentiero all’inverso. Dal Piazzale Santa Croce ti basterà ripercorrere in discesa un tratto della strada provinciale fino a trovare un cartello sulla destra che indica l’inizio del Sentiero dei Principi. Il sentiero sale nel bosco e già dopo pochi passi puoi intravedere una vista bellissima della Sacra di San Michele incorniciata dagli alberi. Ti consigliamo di proseguire ancora un tratto, fino a Punta dell’Ancoccia e Picco del Faro, è qui trovi la vista più bella della Sacra di San Michele.

  • Poco più su del Piazzale Croce Nera , se dal Piazzale Croce Nera prosegui a piedi lungo la strada, troverai ad un certo punto un piccolo punto panoramico composto da uno spiazzo con una panchina e un muretto che si affaccia direttamente sulla Sacra di San Michele. Una piccola passeggiata che ti farà guadagnare un bellissimo scatto.

  • Dal Colle Braida , se dal Piazzale Croce Nera prosegui con l’auto per qualche chilometro arriverai al Colle Braida che divide la Val di Susa dalla Val Sangone. Da qui puoi fare una passeggiata sulla sterrata (volendo percorribile anche in auto ) che porta alle borgate montane di Pian Pumè, Bennale e Folatone. Lungo questa strada trovi molti punti panoramici che mostrano una splendida vista sulla Sacra di San Michele con il Monte Musinè sullo sfondo.

    Ricordati di taggarci nei tuoi scatti con #visitvaldisusa

Dove ti consigliamo di fermarti a mangiare nei pressi della Sacra di San Michele

Ti consigliamo i ristoranti che abbiamo personalmente provato e ci sono piaciuti, si trovano nelle vicinanze dell’abbazia o dei sentieri che conducono ad essa.

  • L’Om de Fer (anche possibilità di pernotto): Location molto suggestiva e raffinata, un angolo di Sant’Ambrogio che non ti aspetti. Il ristorante è situato in un antico castello ristrutturato che si trova all’inizio della mulattiera che conduce alla Sacra di San Michele
    Ristorante Dal Merlo: anch’esso si trova nel comune di Sant’Ambrogio a pochi passi dalla partenza della ferrata e del percorso della Via Crucis. Offre piatti sorprendenti con accostamenti e note di gusto che sicuramente ti stupiranno. Traspare bene la loro passione per la cucina da ogni piatto, in aggiunta una carta vini che segue le aspettative.

  • Agriturismo Cascina dei Canonici (anche possibilità di pernotto): Il locale è un agriturismo a gestione familiare ed emana un’atmosfera calma e calorosa. Ideale per un pranzo in famiglia con un impareggiabile vista e a due passi) dalla Sacra di San Michele.
    Il menù segue la cucina tradizionale e utilizza prodotti genuini di produzione della cascina.

  • Locanda del Priore (anche possibilità di pernotto): Pane, grissini e pasta fatti in casa con farine prevalentemente biologiche, sul loro sito l’elenco dei fornitori locali che scelgono per acquistare i loro ingredienti. Possibilità di ordinare alla carta o avere dei menù degustazione. Il locale si trova a Vaie da dove parte il sentiero 562 di circa 8 km che conduce alla Sacra.

Dove ti consigliamo di fermarti a dormire nei pressi della Sacra di San Michele

Questa parte della Val di Susa è davvero ricca di storia e natura, ti consigliamo di organizzare un bel weekend o prenderti qualche per andare in girula e unire alla visita della Sacra di San Michele la scoperta dei paesini circostanti che sono ricchi di storia come Avigliana e il suo centro storico, i laghi di Avigliana, l’abbazia di Ranverso e Susa.

Come base puoi scegliere Avigliana, Sant’Ambrogio o Vaie sono presenti numerose proposte per dormire dagli airbnb, agli hotel.

Condividi l'articolo

Share on facebook
Facebook
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy