I Goffre dell'alta Val di Susa

(Cialde leggere e croccanti farcite)

Indice

[gò-fri]

(scritto anche gôfre, gaufre o gofri) è una cialda simile al waffle, specialità dell’Alta Val Chisone e Alta Val di Susa in provincia di Torino. L’impasto di queste cialde veniva fatto cuocere in inverno e mangiato in sostituzione del pane, in quanto le popolazioni montane avevano difficoltà a scendere a valle per panificare.;

Le origini dei Gofri

Siamo in Alta Valle di Susa e la ricetta dei Gòffre nasce nelle montagne al confine con la Francia. L’ispirazione viene dai classici waffle francesi che li ricordano nella forma. La ricetta però è più povera: niente uova latte o burro, erano presenti sulle tavole dei montanari principalmente come sostituti del pane. Oggi sono una specialità che si può gustare in Alta Valle e vengono serviti sia dolci che salati. Li troviamo farciti con prosciutto, salame, pancetta, formaggio, sono buonissimi con i formaggi d’alpeggio del Moncenisio, o in versione dolce, accompagnati da miele, marmellate o crema al cioccolato. In estate sono molte le sagre o gli eventi in cui poter assaggiare questa prelibatezza insieme ad altri piatti tipici della tradizione montana, il tutto accompagnato da una buona birra artigianale valsusina.

La ricetta tradizionale prevede l’utilizzo di una gofriera in ghisa, oggi potete sperimentare questa ricetta utilizzando una piastra simile a quelle usate anche per i canestrelli. La ricetta che vi proponiamo è quella originale ma vi ricordiamo, che se volete, potete arricchire l’impasto aggiungendo un uovo e 1 dl di latte.

La ricetta dei Goffri valsusini

Ingredienti

Procedimento

  1. Sciogliete il cubetto di lievito in mezzo bicchiere di acqua tiepida.

  2. In una ciotola mescolate 1 kg di farina setacciata, 1 pizzico di sale e 1 litro d’acqua, incorporandola un po alla volta.

  3. Aggiungete il lievito precedentemente sciolto e continuate a mescolare per circa 5 minuti.

  4. Coprite la ciotola con un canovaccio e lasciate lievitare per 2 – 3 ore.

  5. Riscaldate le piastre della gofriera.

  6. Passare un pezzetto di lardo sulla piastra calda

  7. Versate l’impasto negli stampi e lasciate cuocere per circa 2-3 minuti per lato.

Ora non vi resta che farcirli a vostro piacimento (dolci o salati) e gustarvi questa prelibatezza locale!

Scarica la ricetta in pdf

Condividi l'articolo

Facebook
Email
WhatsApp
Piatti e prodotti tipici
visitvaldisusa

Miele in Val di Susa: consigli, varietà e produttori

Prodotto fin dall’antichità per l’autosostentamento delle famiglie il miele in Val di Susa è oggi uno dei prodotti valsusini oggi più apprezzati. La varietà floreale presente e le diverse altitudini permettono la produzione di un ventaglio di varietà non indifferente: dal castagno, acacia, tiglio fino ai fiori alpini. Scopri le varietà presenti e i produttori del territorio.

LEGGI L'ARTICOLO
Piatti e prodotti tipici
visitvaldisusa

Le Cabiette di Rochemolles

Un piatto d’altri tempi: le Cabiette di Rochemolles raccontano tutta la genuinità della vita di montagna. Ingredienti poveri, provenienti dai campi e dalla natura: patate, ortiche e toma d’alpeggio. Oggi ti raccontiamo di una ricetta della tradizione valsusina, i tipici gnocchi delle valli occitane, che a Rochemolles venivano fatti con le prime ortiche di primavera.

LEGGI L'ARTICOLO
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy