Le Soupe Grasse

(Zuppa Grassa gratinata)​

Indice

Ricette valsusine - Soupe Grasse (5)

Le origini della ricetta

É una ricetta povera della Val di Susa, una ricetta che sa di montagna di ingredienti poveri ma genuini.

Questa zuppa è a base di pane raffermo, toma di alpeggio, che quella qui di certo non mancava mai e di brodo lasciato consumare lentamente sulla stufa. Veniva riutilizzato il brodo in cui era stato cotto il bollito, ma andava bene anche il brodo vegetale. Una vera e propria delizia di piatto.

Questa zuppa gustosissima prende una consistenza cremosa e sublime, sembra quasi una polenta, dal gusto ancora più originale.

Come nasce questo piatto?
In tempi in cui la cucina si basava su ricette dagli ingredienti poveri le donne valsusine dovevano arrangiarsi con quello che c’era. In passato, quando veniva acceso il forno del paese, si sfornava pane a più non posso, il pane era per tutta la comunità e doveva durare mesi. Ecco che quindi il pane veniva consumato “arestà”, cioè raffermo. 

Non si sprecava nulla e tutto veniva in qualche modo recuperato creando ricette originali ma sostanziose e saporite, come appunto quella della Soupa Grasa.

L’ingrediente principale è il pane di segale raffermo dal quale si ricavava il pane pesto che veniva utilizzato per arricchire il brodo d’avanzo del bollito. 

Una ricetta ottima per i periodi freddi quando in tavola era un piacere consumare un buon piatto caldo e bello sostanzioso.

La ricetta valsusina della “Soupe Grasse”

Ingredienti

Procedimento

  1. Prepara il brodo a tuo piacimento ( se lo hai di avanzo ancora meglio).

  2. Trita il pane secco di segale nel mixer con mezzo cucchiaino di bacche di ginepro e 1 cucchiaino di noce moscata

  3. Mettilo in una pentola con 25g di burro,  350g di toma tagliata a pezzi il brodo e l’acqua.

  4. Cuoci a fiamma medio bassa continuando a mescolare per 30 minuti. 

  5. Cuoci in una padella per 15 minuti a fuoco basso le cipolle tritate nel restante burro fuso, mescolando spesso.

  6. Quando dopo mezz’ora la zuppa sarà cotta, trasferiscila nelle cocotte di coccio oppure in una teglia fonda per forno. Ricoprila con il soffritto e ponila in forno in modalità grill a gratinare per una decina di minuti fino a che si formerà una deliziosa crosticina dorata sulla superficie.

Condividi l'articolo

Facebook
Email
WhatsApp
Piatti e prodotti tipici
visitvaldisusa

La ricetta dei canestrelli di Vaie

Un dolce imperdibile nelle case dei valsusini, un piccolo momento di gioia, una ricetta antica, fatta di ingredienti semplici e profumi inebrianti, ecco perché non dovresti andartene via senza averlo provato. Un tempo “canestrello” era sinonimo di “festa”. Non tutti possedevano la piastra in ghisa per la cottura di queste deliziose cialdine e quindi, i pochi fortunati ad averla, dovevano spartirla con il vicinato.

LEGGI L'ARTICOLO
Piatti e prodotti tipici
visitvaldisusa

La ricetta dei Goffri valsusini

Gòffre, Gaufre, Gofri, Gôfre, ma che cos’è? L’impasto è composto da acqua, farina, lievito e un pizzico di sale, si cuoce tutto sulle apposite piastre in ghisa e si ottiene così una deliziosa cialda, croccante fuori e morbida dentro. Piatto tradizionale delle valli occitane venivano fatti scaldando le autentiche piastre in ghisa, ciascuna delle quali riportava sopra inciso lo stemma della famiglia.

LEGGI L'ARTICOLO
Piatti e prodotti tipici
visitvaldisusa

La ricetta della Bagna Cauda

Hai mai sentito parlare di Bagna Càuda o Càoda (salsa calda)? Sicuramente se sei già passato da queste parti ne avrai sentito il suo intenso “profumo”. Aglio, olio e acciughe 3 soli ingredienti per la ricetta originale. In questo articolo ti sveliamo la vera ricetta della bagna cauda, uno dei piatti più caratteristici del Piemonte, un tempo veniva preparata da condividere tutti insieme le occasioni di festa.

LEGGI L'ARTICOLO
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy