Ciaspolare in Val di Susa: 3 posti che adoriamo con pranzetto in Rifugio

Ciaspolare e mangiare, due delle cose che amiamo di più! Se ci leggi da un po’ dovresti averlo capito e se è così, siamo più simili di quel che pensi. Ecco perchè vogliamo condividere 3 facili itinerari che uniscono: natura, outdoor e la passione per il buon cibo, tu controlla solo il meteo e senti i gestori dei rifugi per prenotare, ti daranno anche tutte le informazioni sulla situazione neve.

Indice

Ecco perchè vogliamo condividere 3 facili ciaspolate con pranzo in rifugio che uniscono: natura, outdoor e la passione per il buon cibo. Tu controlla solo il meteo e senti i gestori dei rifugi per prenotare, ti daranno anche tutte le informazioni sulla situazione neve. Se conosci già queste tre escursioni e vuoi qualche altra idea per le tue camminate invernali guarda questo articolo dove ti raccontiamo delle escursioni da fare con le ciaspole in Val di Susa.

3 Ciaspolate in Val di Susa con pranzo in rifugio da NON perdere:

Rifugi aperti d'inverno in Val di Susa, Rifugio Capanna Mautino

1. Ciaspolata da Cesana al Rifugio Capanna Mautino

Imposta il navigatore per il comune di Bousson ( frazione di Cesana Torinese ), arrivato a destinazione puoi parcheggiare l’auto all’inizio della strada che porta al Lago Nero.

Si ciaspola in mezzo ad una foresta di pini e larici che in alcuni tratti si fa più rada e mostra lo spettacolare panorama su Sestriere e le sue cime innevate . “Crunch” “Crunch” “Crunch”

Il rumore della neve sotto le ciaspole ti accompagnerà fino a destinazione, uscito dal bosco ti ritroverai di fronte al Lago Nero, molto probabilmente ghiacciato e coperto di neve; sulla destra la tua meta, il Rifugio Capanna Mautino.

L’ultimo tratto è quello un pò più impegnativo, ma ricordati che ti aspetta una succulenta polenta fumante.

2. Ciaspolata da Bardonecchia al Rifugio III Alpini

La direzione da impostare sul navigatore questa volta è Bardonecchia; più precisamente Località Pian del Colle. Una volta arrivati, si può parcheggiare l’auto di fronte al campeggio e da qui inizia la ciaspolata. 

Si percorre quella che in estate è la carrozzabile, che attraversa la Valle Stretta e porta a Grange della Valle e ai i suoi due Rifugi: il III Alpini e il Re Magi.

Questo itinerario è con meno dislivello rispetto alla prima proposta, particolarmente adatto a chi ha appena iniziato a cimentarsi con le ciaspolate in montagna.

La Valle Stretta è la classica valle incantata.
Immagina il fiume sinuoso che la percorre, tutto attorno radure e boschi di larice e pino coperti di neve.

3. Ciaspolata nel Parco Gran Bosco di Salbertrand al rifugio arlaud

Quella al Rifugio Arlaud è una ciaspolata che amiamo particolarmente. Non di troppe difficoltà perché il dislivello è limitato è adatta a tutti anche alla prima esperienza. Di solito il fondo è sempre ben battuto  perché la strada è attraversata dal mezzo cingolato del rifugio.

Questo sentiero attraversa un bosco di alberi altissimi, la magia è assicurata e se presti attenzione e fai silenzio non ti sarà difficile scorgere qualche abitante del bosco. 

Il Rifugio offre una cucina genuina, attenta anche alle esigenze dei vegetariani/vegani che qui sono i benvenuti.

Condividi l'articolo

Share on facebook
Facebook
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy